logo2

Comel Armando srl unipersonale

Via Feltre, 20, 32026 Mel (BL)

Tel. 0437 749092

info@comelarmando.it

P. Iva 01001090255

logoMecStore

Chiamaci: 0437/749092

Hai bisogno di informazioni?
08/10/2013, 12:53

comelarmando casaecalore consulenzaprofessionale progettazione design



LEGNO,-LAMINATO-O-PVC?


 Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut



Spesso il cliente viene in sala mostrasenza sapere esattamente di cosa ha bisogno, ha magari sentitoparlare di poter posare un pavimento sopra quello esistente senzadoverlo demolire, ma non ha idea di quale possa essere la sceltamigliore per Lui...

Il nostro consiglio, in questo caso, è dicapire prima di cosa stiamo parlando, e di fare poi una sceltaconsapevole sui pro ed i contro dei vari tipi di materiale:

POSA FLOTTANTE, COS’E’?
Si intende per Flottante la posa diuna pavimentazione senza incollarla al sottofondo.
I vantaggisono notevoli, primo fra tutti il non dover procedere alla rimozionedel vecchio pavimento (nel caso di ristrutturazioni), la totalerimovibilità in futuro, la semplicità di posa e di eventualemanutenzione.

Ma quali tipi di pavimento si possonoposare incollati?

PAVIMENTI IN LEGNO
I pavimenti in legno multistratopossono essere posati flottanti se hanno uno spessore minimo di 15mm,sotto il pavimento è obbligatorio per normativa porre un materassinofonoassorbente ed una barriera antivapore. Pavimento in legno ècostituito generalmente da tre strati incrociati e sovrapposti dilegno, di cui almeno il primo (quello superficiale) è di legno"nobile".Lo strato centrale è generalmente in un legno piùeconomico, mentre il terzo strato può essere di legno nobile o dialtra essenza compatibile.Per i pavimenti in legno flottanti nonsi può usare il legno Massello (o massiccio) perché tenderebbe adincurvarsi e muoversi, mentre la stratificazione lo rende piùstabile.
PRO:
  • Il Pavimento è completamente naturale
  • E’ caldo
  • Tutte le tavole sono differenti le une dallealtre
  • Ottimo assorbimento del rumore
CONTRO (ma lamaggior parte sono caratteristiche del legno e non difetti):
  • E’ facile al graffio (anche ilegni duri)
  • Cambia di colore con il tempo e laluce (ossidazione)
  • Costi in genere elevati
  • Il legno va incollato TESTA ATESTA (non al pavimento) con una colla vinilica
  • Spessore minimo 15mm + materassino
  • Teme l’alta umidità

PAVIMENTI IN LAMINATO
I pavimenti in laminato sono costituitiin genere da un supporto di pasta di legno, una FOTOGRAFIA e uno opiù strati di resina melaminica superficiale.Esistono in linea generale due tipi dilaminato, quelli chiamati DPL (Direct Pressure Laminate) e gliHPL (high Pressure Laminate).I primi sono quelli più economici emeno performanti, la resistenza superficiale è generalmente bassa esono adattissimi per ambienti a bassa percorrenza. I secondi, gliHPL, sono costituiti da diversi strati di carta Kraft e resine chevengono pressati ad alta pressione, raggiungendo gradi di usuraestremamente elevati (vedi, ad esempio, i pavimenti PERGO cheraggiungono resistenze classificate AC6.. adatte per concessionari oCentri commerciali)Anche per i laminati è obbligatoria laposa con materassino fonoassorbente e barriera antivapore.
PRO:
  • Elevata Resistenza
  • Facilità di posa
  • sono ad incastro e non vanno incollati fraloro
  • Bassi spessori (9mm + materassino)
CONTRO:
  • Rumore di calpestio (risolvibilecon i materiali migliori)
  • Le fotografie possono esserelimitate (dipende dal tipo di laminato)
  • Teme l’umidità ( a parte casiparticolari come i pavimenti Sensation di Pergo)

PAVIMENTI IN LVT (o PVC)
LVTè semplicemente l’acronimo per Luxury Vynil Tile, cioè "piastrain vinile di lusso" e rappresenta una delle grandi novità diquesto periodo per i pavimenti. Costituito da un supporto in PVC,con una fotografia (come nel laminato) e uno o più strati dipoliuretano trasparente che fa da strato di usura.La maggior parte degli LVT sul mercatosono di origine cinese o coreana (PERGO è l’unica azienda ad avereuno stabilimento produttivo in Europa) e si possono trovare di tuttele fascie di prezzo, la grande differenza la fa se il PVC è"vergine" (cioè non è stato utilizzato Pvc di recupero, caricodi solventi e metalli pesanti) e il fatto che la produzione sia omeno ecologica.
PRO:
  • Bassi spessori (2.5mm o 4.5mm)
  • Assolutamente immune all’umidità
  • Alta resistenza
  • Ottimo assorbimento del rumore dicalpestio
  • Facilità di posa
  • Silenziosità e velocità di posa
CONTRO:
  • Il sottofondo deve essereperfettamente liscio
  • E’ resiliente fino ad un certopunto (grossi carichi puntuali possono lasciare il segno)
  • E’ più costoso del laminato
  • Subisce il cambiamento ditemperatura

IN CONCLUSIONE:
Qual è il pavimentomigliore da mettere in una casa?
Larisposta corretta è una sola: Quello più adatto alla VOSTRAesigenza.
Ad esempio:
  • E’ una soffitta che uso poco? Metto un laminato economico
  • E’ un pavimento piano terrafronte giardino? Metto un laminato alta resistenza o un Pvc
  • E’ un ambiente Umido? Allora gliLVT sono la soluzione migliore 
  • Voglio un materiale 100% naturale?L’unica risposta è il legno, con i suoi pro ed i suoi contro.
La cosa da fare, in realtà, è venirein negozio e parlare, farsi spiegare i materiali e poi decidere peril materiale più adatto alle proprie esigenze.
08/10/2013, 12:53

comelarmando casaecalore consulenzaprofessionale progettazione design



PAVIMENTI-IN-LAMINATO:-IL-SOTTOFONDO


 Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut



Come scritto nel nostro primo articolo, la norma di posa dei pavimenti in legno e laminato richiede espressamente che siano posati sopra un materassino fonoassorbente e ad una barriera antivapore.

A cosa servono?
Il materassino fonoassorbente serve a livellare eventuali piccole difformità del fondo su cui va posato il pavimento e ad assorbire il rumore di "vuoto" che si genera quando ci si cammina sopra. Questo perché dei vuoti sotto il pavimento fanno da "cassa di risonanza" ed amplificano il rumore di calpestìo.

La barriera antivapore, invece, serve ad evitare che ci possa essere dell’umidità di risalita o di condensa che potrebbe insinuarsi attraverso le giunture del pavimento e gonfiare l’incastro, fino a far rovinare il pavimento.



Che caratteristiche devono avere?
Molto spesso il cliente si concentra sul costo del pavimento, tralasciando del tutto il materassino che viene posto sotto ad esso.. Spesso viene preso quello più economico (magari quello in polietilene da 2mm, o un geotessuto) perché tanto è qualcosa che non si vede...
SBAGLIATISSIMO


È come comprare una Ferrari, ma chiedere che venga montato il motore di una simca1000...



Il Sottofondo, in realtà è estremamente importante e va scelto correttamente in base alle esigenze:

ad esempio:
  • C’è l’impianto di riscaldamento a pavimento? Allora il materassino deve essere CERTIFICATO, per evitare che faccia barriera termica ed impedisca al calore di risalire.
  • Abito sopra una discoteca? Allora è meglio che uso un materassino molto performante, che isoli acusticamente, esistono materassini che riescono ad assorbire fino a 22Db e rendono il comfort, magari della zona notte, molto migliore.
  • Abito sopra un garage molto umido? Allora uso un materassino che, oltre alla barriera antivapore, abbia anche delle caratteristiche di isolamento ed evaquazione dell’umidità.
  • Sto costruendo un’abitazione con i criteri della Bioedilizia? Posso usare un materassino in sughero pressato o in pasta di legno.

Per ogni situazione va scelto ACCURATAMENTE il materassino corretto, e non è assolutamente detto che il materassino più costoso sia quello più adatto alle Vostre esigenze, per questo è utile chiedere un consiglio ad un professionista che ascolti le Vostre esigenze, e trovi la soluzione migliore.

#comelarmando #casaecalore #professionisti #pavimentiflottanti #consulenza


1